annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Fiba ed Eca, venti di pace: Eurocup "libera"

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La Prealpina Fiba ed Eca, venti di pace: Eurocup "libera"


    GROVIGLIO COPPE
    Accordo in vista tra le due potenze. Varese, una chance per la prossima annata

    La guerra delle coppe tra FIBA ed ECA sembra ormai destinata a "normalizzarsi" attraverso un accordo in vista tra le due grandi potenze del basket europeo.
    Il primo passo verso la pace è la libertà di partecipazione ali ' Eurocup che le varie leghe nazionali - con l'avallo delle federazioni - hanno chiesto ed ottenuto nei mesi scorsi: dopo la rinuncia forzata di Reggio Emilia, Sassari, Trento e Cantù alla partecipazione alla seconda coppa internazionale, quest'anno i club italiani avranno facoltà di scelta tra la seconda coppa ECA e la Champions League ''ammiraglia" della FIBA.

    Al momento sono previsti due posti in Eurocup (ma la Lega Basket vorrebbe chiedere una terza Wild-Card) e 3 in Champions, assegnati mediante i risultati del campo con la classifica finale della stagione 2016-17: saranno le società a votare, nella prossima assemblea della serie A, se dare la priorità all'una o all'altra manifestazione nel ranking che assegnerà gli accessi avente carattere annuale. Il format delle coppe 2017-18 confermerà il girone unico a 16 squadre deU'Eurolega, con Milano unica rappresentante italiana, mentre l'Eurocup tornerà a 24 squadre e la Champions League FIBA a 32, mentre la FIBA Europe Cup dovrebbe avere 48 squadre ai nastri di partenza.

    In pratica l'Italia avrebbe a disposizione un totale garantito di 6 posti nelle prime tre coppe, più una Wild Card per la manifestazione che Varese chiuse al secondo posto nel 2015-16 (già garantito l'accesso alla Virtus Bologna vincitrice della Coppa Italia di A2 grazie alla convenzione tra FIP, FIBA e LNP). Ripartire dalla FIBA Europe Cup - ferma restando la rinuncia di chi si piazzerà davanti all'OJM nella classifica finale del 2016-17 - sarebbe l'unica eventuale chance per la società di piazza Monte Grappa per riaffacciarsi alla ribalta internazionale anche il prossimo anno. Discorso prematuro sul quale non c'è chiusura a prescindere; ma nel momento in cui si ragiona su temi di portata ben maggiore come gli assetti societari, non è chiaramente all'ordine del giorno.

    Bisognerà comunque tenere conto anche del fatto che con ogni probabilità il 2017-18 sarà l'ultima stagione con 4 manifestazioni: l'accordo al quale starebbero lavorando FIBA ed ECA prevederebbe l'aumento da 16 a 18 squadre (ed eventualmente a 20 più avanti) delle partecipanti all'Eurolega a partire dal 2018-19. Significherebbe il passaggio da 5 a 7 licenze annuali oltre alle 11 decennali (tra le quali c'è Milano) con qualche chance di vedere al via un'italiana in futuro.
    Mentre sembra probabile la sparizione dell'Eurocup, con la Champions League che diventerebbe la seconda coppa internazionale, promuovendo la vincente in Eurolega come accade oggi con la squadra campione della seconda coppa ECA, e la FIBA Europe Cup che resterebbe la terza.
    Dunque restare il prossimo anno all'interno del sistema, stante la presenza di risorse garantite e un interesse reale di tutte le componenti - società, staff tecnico e sponsor - a mantenere una finestra sull'Europa, potrebbe garantire dei crediti in ottica futura. G.S.
    #iostoconRefini

  • #2
    L’Assemblea della Lega Basket Serie A che si è svolta oggi a Bologna ha deliberato in merito alla partecipazione dei propri club alle competizioni europee per club della prossima stagione stabilendo che ogni società potrà, in base al ranking finale della stagione e al numero di posti disponibili, scegliere a quale competizione partecipare. In merito alla eleggibilità dei giocatori, vista la imminente scadenza dell’attuale formula in vigore dal 2012-13 e la necessità dei club di conoscere già da ora le regole con cui programmare la prossima stagione, la Lega conferma la sua richiesta alla Fip di prorogare anche per la stagione 2017-18 l’accordo sulla eleggibilità e più in generale la vigente Convenzione tra Fip e Lega. Allo stesso tempo ribadisce che entro luglio sarà definito e presentato alla Federazione un progetto pluriennale contenente le proposte della Lega per lo sviluppo del basket di vertice tra cui anche l’aspetto relativo alla eleggibilità. La Assemblea ha poi ascoltato la relazione dell’advisor Demet sugli scenari del mercato dei diritti audiovisivi. Nei prossimi giorni i club si riuniranno per definire gli indirizzi e le successive Linee Guida da sottoporre alla approvazione delle Autorità competenti.

    http://web.legabasket.it/news/121715...le_partecipare
    #iostoconRefini

    Commenta


    • #3
      Felice della ns licenza ... tanto
      «La Statua della Libertà, com'è noto, ha il braccio alzato per ricevere in post basso...!» [F.Buffa]

      Le cose non succedono quando succedono, ma molto tempo prima

      BUFFA DOCET:
      Le gioie della vita: Michelle Pfeiffer, il cioccolato... e Kobe Bryant in campo aperto.

      Commenta


      • #4
        chissà quale sarà la coppa più importante secondo la LMR (Lega Merda Rimbalzella). Si diceva che ci sono squadre che gradirebbero la manifestazione FIBA, tipo Avellino, e altre che preferirebbero l'Eurocup, però se assegnano la partecipazione in base alla classifica qualcuno rimarrà scontento.
        Minimi cenni sui massimi sistemi
        Dai Brus, Dario ha pienamente ragione. (cit.)
        volevo dire bravo dario (cit.)
        volevo dire boooo dario (cit.)
        NpiS Mc IQsAdUl Imopp AeVg VdpcsqAdCldEmiuc Iqs (cit.)
        perfetto dario!!!!!!!!!! (cit.)
        dario buongustaio (cit.)
        Bravo, Dario (cit.)
        un dario al quoto è per esempio uno sballo che ci piace uno sfracello (cit.)

        Commenta


        • #5
          come si fa a preferire quella porcheria FIBA all'EC? Mmh, troppo alto il livello di quest'ultima, forse

          Commenta


          • #6
            In realtà da una fase in cui mi pareva che Petrucci richiedesse l'accesso per merito secondo classifica, con scelta a monte da parte della Lega della coppa più importante, ora sia Petrucci che la lega concordano che ciascuno sceglierà la coppa che gli pare, in ordine di arrivo nei playoff (a pari conta RS).
            Sportando riporta oggi, da spicchi, che Avellino Venezia Sassari e Capo sarebbero per Champions (che raddoppierà primo premio da 500 keuro a 1000?) e Reggio e Trento per EC. Immagino sia anche per questo che Petrucci si sia convinto per la libertà di scelta...

            Commenta


            • #7
              forse quello sarebbe il criterio migliore, chi arriva davanti sceglie e amen. Ma le spagnole entreranno anche in Champions League?
              Minimi cenni sui massimi sistemi
              Dai Brus, Dario ha pienamente ragione. (cit.)
              volevo dire bravo dario (cit.)
              volevo dire boooo dario (cit.)
              NpiS Mc IQsAdUl Imopp AeVg VdpcsqAdCldEmiuc Iqs (cit.)
              perfetto dario!!!!!!!!!! (cit.)
              dario buongustaio (cit.)
              Bravo, Dario (cit.)
              un dario al quoto è per esempio uno sballo che ci piace uno sfracello (cit.)

              Commenta


              • #8
                Una volta accantonate le licenze pluriennali (che per me avevano un senso anche in EC, ma mi pare che al momento non siano praticabili), è il modo migliore di procedere.
                Ieri sempre sportando ipotizzava che in caso di vincita EC di una spagnola (probabile visto che Malaga e' in finale e Valencia domani gioca la bella in casa con Hapoel...se Jerrells consente), potrebbero dare wild card a Darussafaka invece che a ACB (sarebbero 5 le squadre spagnole in EL...).
                Immagino che chi resta fuori sceglierà EC in primis, magari qualche ACB andrà anche in Champions e rischia di vincerla...
                Ultima modifica di Kevinbarlow; 21/03/2017, 10:09.

                Commenta


                • #9
                  insomma una stagione di cazzate per poi cambiare nulla.

                  altro successone di Petrucci. Che fa perdere 1 anno alle squadre italiane, per cosa? già si sapeva che l'eca avrebbe vinto lo scontro. e meno male dico io.
                  Originariamente inviato da hcz
                  bucchi è solo un caja con amici più potenti e più belli da vedere
                  http://www.gazzetta.it/Fotogallery/T...io/09/ES/6.JPG

                  SCIOCCO N. 29
                  -BORGHESE

                  Sei un berlusconiano del dissenso. (cit. Tomas): qualunque cosa voglia dire...

                  Commenta


                  • #10
                    In tutto questo la Commissione Europea brilla per il suo prolungato silenzio riguardo ai ricorsi incrociati delle due parti.

                    Immagino che i tempi previsti siano ancora lunghi e che i due contendenti abbiano ben pensato che un armistizio sia preferibile al rischiare di mandare definitivamente a peripatetiche l'intera organizzazione internazionale della pallaalcesto. Lodevole, ma non garantisce dalla possibilità di ulteriori fuochi d'artificio più avanti
                    La gallina che mangia i sassi, sa il culo che ha!

                    Stolto e miscredente

                    Commenta


                    • #11
                      Ciao a tutti è un bel pò che non scrivo ma leggo il forum quotidianamente.

                      mi sono fatto una idea della vicenda Petrucci-Fiba-Eca, magari è una cavolata ma ci tenevo a condividerla.

                      Nella peimavera del 2016 è scoppiato il caso e subito il "buon" Petrucci si è schierato con FIBA paticamente da solo in tutta europa tranne che per la federazione di basket francese e quella ungherese. In quel periodo, guardacaso, candidate alle olimpiadi erano Roma, Parigi e Budapest... La mossa della nostra lega (con dietro il CONI?) era quindi quella di ottenere il voto della FIBA all'interno del CIO.

                      Una settimana dopo il ritiro della candidatura di Roma lo scorso settembre, il nostro Petrucci ha cambiato il tiro rilasciando dichiarazioni in merito alla possibilitá di libera scelta delle societá. Coincidenze? Secondo me no.

                      Come al solito e da buon politicante, Petrucci cambia idea a seconda di quello che gli conviene.
                      ​​​

                      Commenta

                      Sto operando...
                      X